Spis treści: Logica dell’altro: Heidegger e Platone


Indice
Presentazione di Fabrizio Lomonaco, s. XIII
Prefazione di Renata Viti Cavaliere, s. XV
Introduzione, s. XIX

Parte prima In cammino verso Platone

Capitolo primo. Il gesto inaugurale del superamento, s. 3

  1. Architettura della distruzione, s. 12
  2. Il parricidio come metodo ermeneutico-fenomenologico, s. 21

Capitolo secondo. Concetti fondamentali della filosofìa platonica, s. 29

  1. Verità, s. 32
  2. Paideia, s. 45 Excursus. L'aggettivazione filosofica {Repubblica, V-VII) - Natura - Educazione - Via - Opera - Oggetto - Mondo
  3. Libertà, s. 66
  4. Idea e eidos, s. 72
  5. Agathon, s. 77

Capitolo terzo. Lo statuto della non-verità, s. 83

  1. La fenomenologia indiretta del Teeteto, s. 84
  2. Eterodossie e allodossie, s. 87
  3. Analitica della non-verità, s. 92

Appendice. Paideia e cultura occidentale. Un confronto con il neoumanesimo, s. 99

  1. La Aufklàrung di Julius Stenzel, s. 100
  2. La antropoplastia di Werner Jaeger, s. 105

Parte seconda Ousia. Phainomenon. Heteron. Logos. Dentro il Sofista

Capitolo primo. Una gigantomachia di concetti, s. 117

  1. La determinazione critico-polemica della filosofìa, s. 118
  2. Interpretazione del prologo, s. 121 La scena dello Straniero - Lo spettatore e il confutatore - La differenza e l'apparenza - Il divino nella filosofìa: la distinzione -Cosa, concetto, nome - Una brachilogia imperfetta - Verità come accordo - La via e l'esempio - Atmosfera spirituale: caccia, guerra, parricidio

Capitolo secondo. Descrizioni fenomenologiche del quotidiano, s. 137

  1. Determinazione del fenomeno della quotidianità, s. 139 Filosofìa del quotidiano - Quotidianità e temporalità
  2. La descrizione fenomenologica , s. 145
  3. Senso comune e logos analogico, s. 146
  4. Eidos e ghenos, s. 148
  5. La tecnica tra cura e portare ad essere: appropriazione e produzione, s. 149
  6. Il paradigma e il fenomeno iniziale: la "presa", s. 153
  7. Il metodo paradigmatico: la diaires, s. 156
  8. Prima descrizione: la caccia, s. 158
  9. Seconda, terza e quarta descrizione: lo scambio e il commercio, s. 161
  10. Quinta descrizione: l'antilogica, s. 164
  11. Sesta descrizione: la sofìstica ben nata ovvero la filosofìa, s. 165 Pratiche domestiche di distinzione - La catarsi: criticare e purificare - Il pensiero liberato - L'errore di giudizio - Phronèsis, sóphrosynè e paraphrosyné - La credenza - Melenchos e il senso del filosofare
  12. Diairetica e sinottica, s. 173 Dalla "presa" alla poietica - Il sapere della totalità: tra onniscienza e illusionismo

Capitolo terzo. Problematicità dell'apparenza, s. 179

  1. Esibire per figure, s. 180
  2. Settima descrizione: la mimetica, s. 182 L'imitazione e i fantasmi linguistici - L'essenza dell'immagine - L'alterazione poietica del logos - Tecnica divina e tecnica umana: lo sdoppiamento dell'apparire - Il sofista riproduttore di immagini
  3. Essere è apparire, s. 190
  4. La via dell'apparenza, s. 193
  5. Farsi immagine del mondo, s. 194
  6. La sofìstica tra le visioni del mondo, s. 197

Capitolo quarto. Elementi per una critica del logos, s. 203

  1. Il logos pollachós legomenos, s. 204
  2. Logos e verità, s. 207
  3. La koinónia come un Geviert, s. 210
  4. Logos e dialettica, s. 214
  5. Etero-logie, s. 218 I logoi ontologici degli altri: Essere plurale e singolare; Tra terra e cielo - I meghista ghenè - Heteron - Me on - La negazione
  6. Il logos e il sofista  , s. 233 Retorica e pubblicità: interpretazione del Fedro - Il logos pseudès
  7. Logos e giudizio, s. 240
  8. La logica filosofica, s. 245

Parte terza L'origine tecnica del pensare

Capitolo primo. Fisionomia del tardo Heidegger, s. 253

  1. Il pubblico, il privato e la logica, s. 253
  2. L'essenza della tecnica: verso il superamento delle interpretazioni antropologiche, s. 259
  3. La munificenza dell'essenza e il terrore dell'ovvietà, s. 261

Capitolo secondo. Tecnica e verità, s. 265

  1. Aristotele, Etica nicomachea, VI. La dimensione pratico-poietica della produzione e l'essenza della tecnica antica, s. 265
  2. Aristotele, Metafisica, A, 1. La tecnica come primo giudizio e conoscenza dell'universale eidetico, s. 268

Capitolo terzo. La radice quotidiana della tecnica, s. 275

  1. Platone, Sofista, 219al0: produzione e acquisizione, s. 275
  2. La tecnica sofistica come delirio del logos poietico, s. 279
  3. Platone, Sofista, 265b8 e Aristotele, Metafisica, Z,7. La razionalità logico-eidetica della creazione e la ripetizione umana degli eidóla, s. 281
  4. A priori non tecnici: eidos e physis, s. 283

Capitolo quarto. La tecnica moderna, s. 289

  1. L'impianto e la risorsa a compimento della logica metafisica, s. 289
  2. La svolta nella tecnica. Destino dell'essere e dell'umano nell'essere tecno-logico, s. 94
  3. La Kehre come con-versione e la nuova logica della poiésis-poesia, s. 296
  4. Al margine, l'umano: il pastore e le rivoluzioni antropologiche, s. 301
  5. Oltre la polemica sull'umanismo, verso un'altra umano-logia: la misura umana, s. 307

Indice dei nomi, s. 315

Góra
s1.jpg

Zapytaj bibliotekarza

Telewizja UŚ

Więc Jestem. Studencki serwis rozwoju